News: 
INDIRIZZO DI CONNESSIONE MULTIPLAYER 95.141.35.71
Modalità di accesso pagina Server del sito www.italianivolanti.it

Autore Topic: Art 34 comma 18.  (Letto 5086 volte)

poppynius

  • Visitatore
Art 34 comma 18.
« il: 11 Aprile 2012 - 08:49 »
Premesso che il comma in oggetto lo trovo assolutamente legittimo, in quanto completa sempre più le regole del gioco, tuttavia ieri sera parlando con amici mi sono trovato un pò confuso; vi pongo una sola e semplice domanda:

in salita o discesa se guardo la velocità dello strumento e mantengo i 250 nodi sotto i 10.000, sono in regola o no? o meglio è corretto basarsi sullo strumento che indica la velocità?

Vi riporto due citazioni:

1) Anemometro

L'anemometro mostra la velocità dell'aria nella direzione dell'asse longitudinale dell'aereo misurata dal tubo Pitot. Il valore indicato IAS può richiedere una calibrazione per tenere conto della densità dell'aria e della temperatura. Il valore effettivo, TAS è quello indicato dal nostro strumento. La scala delle velocità non è lineare e tiene conto soprattutto dell'intervallo di velocità tipiche degli aerei leggeri, che arrivano fino a 150 kt. Per gli aerei più veloci la scala diventa molto grossolana e le frazioni vanno lette per interpolazione.

2) Bisogna distinguere tra GS, velocità rispetto al suolo, e TAS, velocità nell'aria. La velocità che può sviluppare un aereo di linea dipende dalla quota. A quota di crociera, diciamo sopra i 25000 piedi, viaggia (generalmente) intorno ai 460/470 knots di GS e a 350 knots di TAS. Sotto i 10000 piedi, invece, per regolamento bisogna tenersi sotto i 250 knots di TAS, soprattutto in fase di decollo o di avvicinamento. Naturalmente la GS (Ground Speed, velocità rispetto al suolo) cresce con l'altitudine quindi la maggiore prestazione in velocità si ha a quote molto elevate, diciamo, intorno ai 30000 / 35000 piedi.

Grazie a tutti coloro che mi aiuteranno a capire cosa i pireps manager guarderanno per giudicare la velocità.

Massimo C. (Poppy IV-275)

wordfly567

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #1 il: 11 Aprile 2012 - 11:18 »
In faq, Virtual Airline c'è una valida spiegazione su questo argomento. Comunque segnalo che l'unico strumento che noi abbiamo per verificare la velocità nei pirep è la GS, pertanto fate riferimento ad essa.

wordfly567

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #2 il: 11 Aprile 2012 - 16:35 »
purtroppo noi abbiamo solo quel dato a disposizione. Abbiamo appurato che durante l'espletamento dei tour, in particolar modo quando è attivato lo speedy tour, molti utenti cercano di finire le tratte alla svelta. E noi, come di consuetudine, non desideriamo castigare perchè siamo felici a farlo, ma intendiamo semplicemente tutelare coloro che effettuano il volo cercando di rasentare la realtà. Di norma la GS è sempre superiore alla TAS ed alla IAS, ma abbiamo visto aerei lasciare il suolo e portarsi a oltre 350 Gs a poche migliaia di piedi dall'aeroporto. Francamente non credo che essi trovino 100 nodi di vento o fattori esterni che possano determinare tale situazione...non siamo dittatori, cerchiamo di evolvere con l'aiuto di tutti cercando di rendere il gioco più realistico e interessante, se qualcuno ha qualche suggerimento si faccia avanti senza problemi e senza esitare. Tale provvedimento è stato preso in consiglio di Amministrazione, la soluzione che lo scrivente aveva proposto è stata quella di eliminare definitivamente lo speedy tour e lasciare che gli aerei facessero le loro tratte come meglio credevano. Ma probabilmente, e giustamente, non era la scelta più razionale e intelligente. Attendiamo suggerimenti e/o proposte di cambiamenti.  :)

poppynius

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #3 il: 11 Aprile 2012 - 20:09 »
Me piace l'idea....mi piace....ma non perchè uso passengers pure io...ma solo perchè con esso non puoi sgarrare.......



Offline rhossfly

  • Maresciallo
  • *
  • Post: 264
    • Mostra profilo
    • italiani volanti
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #4 il: 12 Aprile 2012 - 16:45 »
anche io sarei favorevole ma il problema é che non é free e non si puó costringere la gente ad acquistare un sw del genere. almeno questo é quello che penso
mail:eraldo.picco@gmail.com



Charly550

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #5 il: 12 Aprile 2012 - 17:15 »
Premesso che il comma in oggetto lo trovo assolutamente legittimo, in quanto completa sempre più le regole del gioco, tuttavia ieri sera parlando con amici mi sono trovato un pò confuso; vi pongo una sola e semplice domanda:

in salita o discesa se guardo la velocità dello strumento e mantengo i 250 nodi sotto i 10.000, sono in regola o no? o meglio è corretto basarsi sullo strumento che indica la velocità?
............................................. ecc. ecc. per abbreviare la citazione.
Grazie a tutti coloro che mi aiuteranno a capire cosa i pireps manager guarderanno per giudicare la velocità.

Massimo C. (Poppy IV-275)

Caro Poppy, l'unico strumento che ha il Pirep Manager nella fase di verifica e controllo della velocità e data dal un strumento chiamato Route Map, dal quale attraverso visualizzazione di una traccia nella quale appaiono dei vari punti rotta intervallati dell'aereo in tutte le sue fasi di volo.
Essi indicano: le fasi, climbing, descending, approach, cruise, flight level, ecc. poi riporta: Heading, Altitude, e la GS.
Ecco, ed è e su quest'ultima voce che ci basiamo sulla velocità, non abbiamo altro.
Ti dico poppy che, ora come ora, non vi è la possibilità di agire alla base del comma 18 in maniera diversa di lettura della velocità effettuata dai piloti.
Ho una soluzione, un compromesso evita l'obbligatorietà o l'imposizione nell'acquisto di FSpassengers e che forse potrebbe andar bene, basta un pò prendere la mano, non vedo la difficoltà nel farlo, ti scrivo:
Usa l'indicazione della velocità che finora hai sempre volato (IAS), quindi non cambia niente, nel momento in cui serve regolare la velocità per non violare il Comma fai così:

TAS = (IASx2%)x(alt/1000ft)+IAS   un es:
TAS = (210x0,02)=4,2x10=42+210= 252 > ecco la TAS vedi, si avvicina molto alla GS.

Se vuoi essere pignolo, la formuletta è:

GS = TAS - Vento Contrario o TAS + Vento in coda
GS = 252 - 8nodi di vento= 244gs   o  252 + 8nodi di vento in coda= 260gs.

Che dici? Non mi sembra difficile, usandola prima o poi ci si fa la mano,
Ciao Poppynius!! P.S. mentre voli radente (ATC permettendo) non far alzare le sottane ti conosco ragazzaccio!!!.  ;) ;) ;) ;) :D :D


« Ultima modifica: 12 Aprile 2012 - 17:22 da Charly550 »

wordfly567

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #6 il: 12 Aprile 2012 - 17:26 »
 :-\ :-\ :-\ :-\ :-\ ??? ??? ??? ???

Offline rhossfly

  • Maresciallo
  • *
  • Post: 264
    • Mostra profilo
    • italiani volanti
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #7 il: 12 Aprile 2012 - 17:57 »
Charly se ho il vento che mi tange a 45 gradi non é che mi hai calcolare il coseno di quell'angolo? :) cmq non vorrei dire cavolate, smentitemi pure, ma sullo strumento principale del 737, per esempio, ho la velocitá del vento, la sua angolazione e la velocitá gs. 
mail:eraldo.picco@gmail.com



Charly550

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #8 il: 13 Aprile 2012 - 17:50 »
Posso capire e accetto l'ironia (a volte fa anche bene) in alcuni commenti riguardanti il Comma 18 dell'art.34.
Ma finora non leggo niente che possa portare argomentazione tecnica a smentita (formule o non) di quello ho scritto nei miei post precedenti.
Quindi ritengo che il dibattito sul comma 18 possa considerarsi pressochè attenuato se non finito, in:

I Pirep Manager, avendo come unica rilevanza di lettura la (GS) Ground Speed, lo applicheranno in base a questo, che piaccia o no, in fase di validità, ed e questo (unico) che hanno a loro disposizione nella valutazione del pirep.
I piloti saranno liberi di scegliere quale indicazione di velocità che vogliono vedi: (GS - TAS - IAS)

Il comma 18, desidero far ricordare che è stato fatto rilevare a spada tratta da portare all'esame degli Admin. e a quanto pare, gli admin hanno dato accoglimento, dimostrando "IV" attenzione anche ai pochi come anche pure ai singoli, su questo non ci piove sopra!
Non sono tante Aereolinee Virtuali che danno ascolto anche al singolo, IV lo fa!, Sapendo in cuor suo nella maniera consapevole, che può portare a volte o più delle volte a dei scontenti generali.
Ma dobbiamo, vogliamo nello stesso tempo divertirci con delle regole (giuste o non sono sempre sotto giudizio degli utenti) se no.... come si può chiamarla senza....?
Penso che ora si possa allentare l'ironia, senza ricorrere, mi sembra come una sorta di "Spam" su un Topic, questo ed un altro parallelo (Velocità) nel ritenere probabilmente Interessanti come acquisizione senza sostituire Testi di studio Aereonautico, dico questo nel ricordare inoltre che il Forum è di lettura anche su Internet, quindi... non per me, capitemi.
Non sono arrabbiato, per niente anzi... sono sereno, ma sinceramente in verità mi aspettavo di trovare come si suol dire "Pane...." ;) ;) ;) :) :) :) :D
Cordialmente Charli550 - Saverio Fusco
« Ultima modifica: 13 Aprile 2012 - 17:59 da Charly550 »

Offline rhossfly

  • Maresciallo
  • *
  • Post: 264
    • Mostra profilo
    • italiani volanti
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #9 il: 13 Aprile 2012 - 19:47 »
Infatti e' quello che diceva Charly.... la IAS. Il problema e' il controllo. IV ha istitiuto questo comma, il problema e' come verificare la velocita'? L'IVacars ci da solo la GS ed i PM hanno solo quel dato per verificare la velocita'. E' anche vero che alcuni stati hanno altri STD ma per semplificare il tutto direi di mantenere questo altrimenti con cazzi (almeno per me visto che non ho la conoscenza di tutto il resto del mondo)
mail:eraldo.picco@gmail.com



Offline rhossfly

  • Maresciallo
  • *
  • Post: 264
    • Mostra profilo
    • italiani volanti
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #10 il: 13 Aprile 2012 - 20:10 »
non mi sono spiegato. Oramai dopo tutta questa letteratura penso che tutti hanno capito la questione della velocità. il problema è che il kacars registra la GS (non la IAS) pertanto il PM quando valuta un pirep ha in mano solo quell'elemento.

l'unica cosa me mi viene in mente, ma bisogna verificare se è oneroso o meno, far modificare il kacars inserendo anche quel determinato dato.
mail:eraldo.picco@gmail.com



Charly550

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #11 il: 13 Aprile 2012 - 23:45 »
Sinceramente la sto facendo ora l'esperienza. ;D ;D ;)
Cito l'ultima parte del mio post precedente:

""Usa l'indicazione della velocità che finora hai sempre volato in (IAS), quindi non cambia niente, nel momento in cui serve regolare la velocità per non violare il Comma fai così:""

Quindi per me capitolo ed credo argomento chiuso, ripeto: Volate con riferimento (IAS), come avete sempre volato, fregatevene della (GS), non serve a niente come pure la (TAS).  ;) ;) :D
Fausto, scusami non cercar come posso dire, di aumentare, come può saper il PM a distanza di tempo del volo, se in quel dato momento c'è la Torre o no, il pirep che tu mandi non lo dice e quindi è costretto valutare in assenza di (ATC). un esempio può starci tipo: "Strada soggetta a controllo di velocità" sta al pilota se infrangere o no, quindi viene rimandata a te la decisione, e a quanto vedo....ti faccio notare che conosci benissimo la GS, cito parole tue, non vedo allora la difficoltà di mantere tale riferimento proprio in spirito collaborativo che tu stesso hai citato.
Certo che il PM del tuo volo fatto avra visto la tua "GS" se, dico se, il route map l'ha tracciato, e se per disconnessione momentanea,  non l'ha mandato la traccia? Il PM è stato un ...... secondo me, tollerante ed trovo giusto così nel divertimento di tutti con tutti.
Ricordatevi che, nel momento in cui serve, i poveri e "discutibili" PM non hanno solo che 1 strumento: la lettura in (GS) fino a validità del comma punto. :D :D :D :D :D :D
Con questo è tutto!  :) :) :)
« Ultima modifica: 14 Aprile 2012 - 00:23 da Charly550 »

Charly550

  • Visitatore
Re:Art 34 comma 18.
« Risposta #12 il: 14 Aprile 2012 - 09:50 »
Hai perfettamente ragione Carissimo fausto.
"De hoc satis." ovvero "Di ciò basta."
Famose parole latine usate per indicare che l'argomento, o la discussione è esaurita.
Voliamo ora! Assieme, come stà il fatto nel trovarci tutti per passare nell'insegna del puro divertimento in un semplice gioco di simulazione del volo, ma un mezzo di condivisione e ritrovo tra molti appassionati di volo virtuale.
Saverio Fusco